Questo sito fa utilizzo di Cookies, continuando la navigazione li accetti

All’inizio del 2013, Land Rover e The Royal Geographical Society hanno partecipato alla spedizione Pole of Cold, fino a Oymyakon, in Russia, chiamato appunto il “Polo del freddo”, e ritorno, per studiare le implicazioni sociali, culturali e fisiche di abitare in alcune delle regioni più fredde della terra.   

Il team guidato dall’esperta esploratrice britannica Felicity Aston ha attraversato la Danimarca, la Norvegia, la Finlandia, la Russia (incluse Tuva, Altai e Yakutia) e la Svezia, impiegando tre mesi e percorrendo in totale più di 35.000 km.

La spedizione ha attraversaro il Circolo Polare Artico, raggiungendo il punto più a nord del continente europeo, e trascorrendo quasi un mese a temperature al di sotto dei meno 50 gradi. A Tomtor, un piccolo villaggio a 35 km dal Pole of Cold, nella Yakutia centrale (Russia) la spedizione ha trovato la temperatura più bassa: un incredibile -59 gradi.

Il team ha viaggiato su una Land Rover Defender 110 con sospensioni maggiorate, con protezioni al sottoscocca e al gruppo motopropulsure, con impianti di riscaldamento ausiliari per il motore e gli occupanti, connun serbatoio del carburante con una capacità più grande e una serie di equipaggiamenti extra.