Questo sito fa utilizzo di Cookies, continuando la navigazione li accetti

Nel 1990, la Land Rover assunse la denominazione di Defender, a sottolineare la forza e lo status del veicolo. Contemporaneamente fu adottato un nuovo motore diesel 200 Tdi da 2.5 litri ad iniezione diretta, con più potenza, maggiore coppia ma molto più efficiente e con consumi di carburante notevolmente ridotti. Nello stesso anno, a Solihull, inizia la sua attività la Land Rover Experience.

Il successo della Defender in tutto il mondo fu enorme. Dopo una serie di miglioramenti apportati nel tempo al motore Tdi, nel 1998 viene presentato un motore totalmente nuovo: il Td5 da 2.5 litri, cinque cilindri ad iniezione elettronica. Venne adottato un nuovo sistema ABS e il controllo elettronico della trazione sulle quattro ruote.

Nel 2002 sulla Defender furono montate nuove portiere di acciaio stampato, che assicuravano una migliore ermeticità e consentirono l’adozione degli alzacristalli elettrici e della chiusura centralizzata. Fu adottata anche una nuova plancia, una nuova consolle, oltre a freni e sospensioni ulteriormente migliorati.

Nonostante il passare del tempo, l’anima della vettura rimaneva essenzialmente immutata, riscuotendo sempre maggiore successo sia come vettura da lavoro che per il tempo libero, e nel 2003 Top Gear, il famoso programma televisivo, la elesse “The Greatest Car of All Time”.

Nel 2007, la Defender rinnovò il suo look, sia esternamente che all’interno. Venne adottato un nuovo motore diesel 2.4 litri ad iniezione diretta, accoppiato a un nuovo cambio a sei marce, con una distribuzione dei rapporti più ampia per un miglior controllo in fuoristrada e maggior comfort sull’asfalto.

La Defender, nel 2012, veniva equipaggiata con un motore diesel 2.2 litri, quattro cilindri, Euro 5, più potente ed efficiente del precedente.

Ma Land Rover, anche con la Defender, ha sempre rivolto il suo sguardo verso il futuro. Nel 2013 è stata presentata la versione Electric, ad emissioni zero, che conserva comunque tutte le qualità fuoristradistiche della Defender classica. Il motore diesel e la trasmissione sono stati sostituiti da un motore elettrico da 70 kW, accoppiato ad un accumulatore agli ioni di litio dalla capacità da 300 Volt e 275 kWh, che garantisce un’autonomia di oltre 80 km. Nell’impiego in fuoristrada, a bassa velocità, può durare sino a otto ore prima della ricarica.   

Nel 2013, per celebrare il sessantacinquesimo anniversario della Land Rover, è stata presentata la Special Edition LXV.

Dal 1948 ad oggi sono state vendute oltre 2 milioni di Land Rover, la grandissima maggioranza delle quali sembra non voler dare segni di resa. Per esempio, le Series I esportate in Costarica ad inizio degli anni Cinquanta, sono tuttora in servizio nelle piantagioni di caffè.